Scuola Professionale di Immersione Subacquea

La Scuola “Marco Polo” è stata istituita nell’anno 1959 svolgendo, da tale data ad oggi, attività di qualificazione professionale, in forma annuale continua.

Essa è stata la prima istituzione del genere sorta in Europa,fondata da Giuliano CONTE che annoverava le sue radici esperienziali e professionali nell’addestramento subacqueo condotto, per scopi bellici, nel corso della seconda guerra mondiale.

La Scuola è stata la creatrice e l’istitutrice delle figure professionali,ottenendo riconoscimenti ufficiali da parte delle PP.AA.preposte:

per gli O.T.S – Operatori Tecnici Subacquei:

a)- da parte del Ministero della Pubblica Istruzione (1968/1975);
b)- da parte della Regione Lazio – Assessorato alla Formazione Professionale (1975/ad oggi);

per gli O.T.I.-Operatori Tecnici Iperbarici:

c) – da parte del Ministero della Sanità (1973);
d) – da parte delle Regioni Lazio (1976) e Sardegna (1982).

Riconoscimenti ottenuti ai sensi delle vigenti Leggi nazionali in materia di Formazione e Qualificazione Professionale, ed in particolare da quanto previsto dalla Legge – Quadro n° 845 del 21.12.1978, anche, per i Corsi attuati con la partecipazione finanziaria della CEE/FSE – Fondo Sociale Europeo.

Tutti i Programmi di Istruzione e le relative metodologie di attuazione, sia per le materie teoriche che pratiche dei Corsi, sono di esclusiva proprietà della Scuola che li ha ideati, sperimentati e costantemente aggiornati alla data, riscuotendo un gratificante consenso da parte dell’imprenditoria nazionale ed internazionale di settore specifico che assorbe la pressochè totalità dei propri allievi diplomati.

L’impiego e/o la divulgazione,in forma totale o parziale di tali metodologie,è tutelata dalle vigenti leggi sui diritti d’Autore.

La Scuola dispone in proprio, al fine di evitare dispendiosi stages ai propri allievi, di ben quattro impianti iperbarici (biposto,multiposto e campana) per l’addestramento pratico in basso e alto fondale, fino alla batimetria di –200,con l’impiego di miscele appropriate di gas respiratori.

Il Centro “SubIper” in argomento è quanto di più pratico e funzionale possa desiderarsi sia per lo svolgimento delle attività addestrative professionali e sia er quanto riguarda il Pronto Soccorso Iperbarico per il trattamento di turbe derivanti dalla respirazione di aria compressa.

Tale “Centro” è autorizzato a prestare opera di pronto soccorso terapeutico, nei confronti di quanti possono essere incorsi in eventi di M.d.D. (Malattia da Decompressione) in base alla Delibera di Giunta Regionale del Lazio – Assessorato alla Sanità – n° 3891 dello 07.08.1979 ed ha effettuato, sempre a titolo completamente GRATUITO, decine e decine d’interventi specifici, conseguendo sempre lusinghieri e gratificanti risultati morali e professionali, così come ampiamente riconosciuto e divulgato dalla stampa romana e nazionale.

La sua “Cala Subacquea” dispone di oltre cento equipaggiamenti subacquei individuali, oltre a mute stagne, elmetti speciali, strumenti ed attrezzature di rilevamento e recupero, impianti televisivi e ricetrasmittenti, apparecchiature varie, tutte atte a soddisfare qualsiasi progredita esigenza d’impiego e di istruzione operativa, anche di elevato e specialistico impegno professionale.

La Scuola è l’unica in Italia a disporre di una “Torretta di Training”, costituita da un cilindro metallico alto metri 6 e diametro metri 4, dotata di oblò disposti a 120° che permettono la visione costante di tutti i propri allievi impegnati nell’esecuzione di complesse esercitazioni operative e la correzione didattica “de visu” da parte di personale docente della Scuola stessa.

Tale ambiente consente, inoltre, di poter affinare le esperienze operative e/o strumentali di tutti gli allievi, svolte anche nella più completa assenza di visibilità e/o durante lo svolgimento di esercitazioni notturne, al fine di far ottenere ai propri allievi capacità psicologiche riconducibili all’ADATTAMENTO AMBIENTALE, all’AUTOCONTROLLO, all’IGIENE dell’immersione, al COORDINAMENTO delle operazioni e al rispetto di precisi protocolli e procedure tecniche finalizzate alla prevenzione del rischio e alla tutela dell’incolumità fisica.

Il Pronto Soccorso Iperbarico “Marco Polo” opera fin dal 1969,a titolo completamente gratuito,con decine e decine di interventi iperbarici, realizzati sempre in favore della collettività quando,giusto “sfocio” occupazionale dei Tecnici Iperbarici qualificati dalla Scuola Marco Polo, veniva riattivata la camera iperbarica del Policlinico Umberto I di Roma, inutilizzata dal 1970 per la mancanza di personale tecnico qualificato professionalmente e formalizzata l’istituzione del Pronto Soccorso Iperbarico presso l’Ospedale Marino di Cagliari,attraverso l’istituzione di appositi corsi svolti con il concorso della CEE/FSE (Fondo Sociale Europeo).

Il Centro Italiano di Medicina Iperbarica “Marco Polo” persegue finalità volte all’applicazione dell’ossigenoterapia (HbO), della medicina preventiva e del Pronto Soccorso Iperbarico, della medicina industriale e del lavoro subacqueo ed iperbarico connesso,avvalendosi dell’esperienza e competenza di medici esperti di caratura nazionale e internazionale.

Non possono essere sottaciuti, inoltre, quelli che sono titoli di soddisfazione morale per la Scuola,in termini di assoluta antesignaneità nazionale e Comunitaria e cioè:

– l’aver ufficialmente istituito nel 1969,la figura professionale dell’O.T.S. – Operatore Tecnico Subacqueo che da tale data è divenuta la qualifica professionale “riconosciuta” per i lavoratori dello specifico settore (al posto di quella di “sommozzatore”) e con la quale si esercita il diritto iscrizionale nel Registro delle Capitanerie di Porto, “condicio sine qua non” per espletare attività lavorativa subacquea in Italia, in ambito portuale ed adiacenze, così, come prescritto dai Decreti Ministeriali della Marina Mercantile del 13.01.1979, Gazzetta Ufficiale n° 47 del 16.02.1979 e dello 02.02.1982, Gazzetta Ufficiale n° 65 dello 08.03.1982 e riconosciuta in ambito Comunitario;

– l’aver fatto istituire nel 1970, dal Consorzio Provinciale per l’Istruzione Tecnica di Roma, d’intesa con il Ministero della Pubblica Istruzione, assegni premio di studio e profitto per tutti i propri allievi alleggerendo, così, gli oneri economici che condizionavano la frequenza ai Corsi della Scuola sopportati dagli allievi stessi, con particolare riguardo per tutti coloro che provenivano, come provengono attualmente, da tutte le città italiane e da Paesi Membri della UE e non;

– l’aver ottenuto nel 1971, apposita dispensa da parte del Vaticano per permettere la frequenza ai Corsi della Scuola da parte di quattro Sacerdoti,da impiegarsi nel costruendo Santuario intitolato alla Madonna del Divino Amore, che avrebbe dovuto sorgere nelle acque del lago di Bracciano alla batimetria di –15 e inserito nel progetto costruttivo della prima Stazione Sperimentale Autonoma Permanente Idrospaziale al mondo;

– l’aver ideato nel 1972, la prima Stazione Sperimentale Autonoma Permanente Idrospaziale da installarsi nelle acque del lago di Bracciano (Roma) alla batimetria di –15 e –70 che aveva riscosso ampi consensi da parte
della stampa nazionale e internazionale, la cui progettazione esecutiva è stata presentata ufficialmente al Congresso scientifico mondiale svoltosi a Londra lo 08.10.1973 e pubblicato sulla rivista scientifica specializzata dal titolo “Science Diving International”;

– l’aver istituito nel 1973, del pari ufficialmente a livello nazionale, la figura specializzata del T.I. – Tecnico Iperbarico – svolgendo nello stesso anno i primi due Corsi di specializzazione interamente patrocinati dal Ministero della Sanità e riservati a laureati e laureandi in medicina, tecnici subacquei qualificati e infermieri specializzati;

– l’aver svolto nel 1974, Corsi frequentati da Vigili del Fuoco espressamente inviati alla Scuola dal Comando Provinciale di Roma e da studenti dell’Istituto Tecnico Statale Nautico “Marcantonio Colonna” di Roma, per oltre quattro anni;

– l’essere stata dal 1976 al 1979 Membro permanente del Comitato Europeo di Tecnologia Subacquea (E.D.T.C. – European Diving Technology Committee),in rappresentanza dell’Italia, dettando specifiche applicazioni
tecniche finalizzate alla predisposizione di uno specifico programma di istruzione teorico/pratica del settore subacqueo ed iperbarico connesso,recepito e applicato dal Regno Unito e Comunitario;

– l’essere Organizzazione fiduciaria, dal 1979 ad oggi, del Ministero della Marina Mercantile (oggi Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture) per l’effettuazione delle visite mediche specialistiche di valutazione psico-fisico attitudinale di cui alla Scheda Sanitaria allegata al Decreto ministeriale del 13.01.1979, attraverso il “Centro Iperbarico G.S.P.I. /Marco Polo”;

Nota: tale Scheda Sanitaria, elaborata dal suo staff sanitario ed impiegata dalla Scuola fin dal 1959 è stata all’uopo prescelta, tra le numerose Schede esaminate dal Ministero della Sanità – Divisione di Igiene e Sicurezza del
Lavoro nel 1979 che, a tal riguardo, gratificava la Scuola attraverso pubblico ringraziamento……….omissis……….per la completezza dei dati obiettivi contenuti in tale Scheda……….omissis……….e prescriveva la Scheda stessa quale unica atta ad accertare l’idoneità dei subacquei professionisti, da valere sul territorio nazionale, per l’ottenimento dell’iscrizione nel Registro delle Capitanerie di Porto.Gli accertamenti clinici e le prescrizioni sanitarie in tale Scheda contenute sono tuttora operanti sul territorio nazionale;

– l’essere stata nominata dal Ministero della Sanità, con apposito Decreto del 25.06.1991, Membro esperto in materia di formazione e qualificazione professionale del “Comitato Tecnico per la predisposizione di norme per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nelle attività lavorative subacquee ed iperbariche” istituito nell’ambito dell’I.S.P.E.S.L. – Istituto Superiore per la Prevenzione E la Sicurezza del Lavoro – con Decreto Ministero della Sanità del 25.09.1989;

– aver ufficialmente istituito nel 2000, le figure professionali dell’Assistente Turistico per lo Sport ed il Tempo Libero Subacquei, dell’Operatore di Ripresa Subacquea, del Tecnico di Rilievi e Ricerche Subacquee, dell’Esperto in Tecniche Subacquee per l’Archeologia e dell’Istruttore Subacqueo, ai sensi e per gli effetti dei DD.LL. 626/94, 242/94, 319/94 e 494/96.

– aver elaborato nel 2002, per conto della Regione Campania, le Linee Guida per la realizzazione Progetto CARG – Rilevamento Geologico Nazionale al fine della tutela della salute e della sicurezza delle operazioni geologiche subacquee.

– essere stata nel 2006 la prima ed unica istituzione in Italia ad essere autorizzata dalla Regione Lazio/Ministero del Lavoro allo svolgimento di corsi di formazione professionale con riconoscimento dei crediti formativi per già subacquei esperti,comportanti un accorciamento corsuale da 4 mesi a 15 giorni e riservati a:

-OTS per la Biologia e l’accompagnamento nelle aree marine;
-OTS per la manutenzione a mezzi produttivi attività di pesca e acquicoltura;
-OTS per il controllo delle aree marine protette;

Va sottolineato che tali corsi,erano riservati a tre distinte tipologie di lavoratori subacquei,sono già stati più volte svolti dalla Scuola,a pieno diritto legale,rilasciando titoli di qualifica ottemperanti al D.M.Marina Mercantile 02.02.1982 e validi per l’iscrizione nel Registro dei sommozzatori tenuto dalle Capitanerie di Porto, con la conseguente possibilità di poter lavorare,così come gli OTS,in ogni settore produttivo della subacquea professionale,in ambito nazionale e Comunitario. Tali corsi,ad oggi,sono stati sostituiti con quella dell’Operatore Tecnico Subacqueo.

– essere stata nel 2016 la prima ed unica istituzione in Italia ad essere autorizzata dalla Regione Lazio/Ministero del Lavoro allo svolgimento del corso di formazione professionale con riconoscimento dei crediti formativi per già lavoratori subacquei,comportanti un accorciamento corsuale da 3 mesi a 17 giorni per:

Operatore Tecnico Subacqueo (OTS) 100 ore

Data la sua lunga e pionieristica attività formativa professionale specifica,la Scuola è ben nota in ambito nazionale e internazionale anche per la sua partecipazione quale Ente relatore esperto e/o di Consulenza in Congressi e Simposi d’alta risonanza e valore formativo/tecnico/scientifico e sia perché in tali ambiti hanno trovato e trovano occupazione tutti i propri allievi qualificati e ricercati dalle aziende nazionali,ma soprattutto internazionali,con ampio e gratificante riconoscimento dell’opera formativa altamente specializzata attuata dalla Scuola e per la loro riconosciuta professionalità,competenza e preparazione tecnico operativa ricevuta durante un iter didattico comportante ben 800 ore di istruzione teorico/pratica.Istruzione attuata con materie di contenuto aggiornato ed adattato e di alta spendibilità nel mondo del lavoro,ritenute dalla Scuola un monte orario ottimale per poter insegnare ad imparare,con cognizione di causa, approfondite conoscenze teoriche finalizzate alla Sicurezza e prevenzione del rischio e quelle indispensabili di carattere strumentale “standard” in uso presso l’imprenditoria nazionale di settore industriale,scientifico e metalmeccanico.

Ottenendo la migliore professionalità di tutti i suoi allievi diplomati e tutti ottimamente occupati.