“OPERATORE  TECNICO  SUBACQUEO In-Shore” 
500 ore

(Autorizzato dalla Regione Lazio)

 (iscrizioni aperte)

Inizio corso: 6 Febbraio 2023

Fine corso: 6 Maggio 2023

Durata:75 giorni

Programma OTS Inshore

leggi anche LA FORMAZIONE PROFESSIONALE OTS

Video corsi

https://www.facebook.com/otsmarcopolo/videos/976396319728163

https://www.facebook.com/otsmarcopolo/videos/3182835521964097

https://www.facebook.com/otsmarcopolo/videos/356746865557077

https://www.facebook.com/otsmarcopolo/videos/668070650541282

https://www.facebook.com/otsmarcopolo/videos/416140455631259

 


DESCRIZIONE 
L’Operatore Tecnico Subacqueo In-Shore è in grado di effettuare interventi in immersione, sia in SCUBA (Self Contained Underwater Breathing Apparatus) che con la tecnica SURFACE SUPPLIED (impiego di ombelicale e casco)fino ad una profondità di 50 metri.Il profilo può operare nelle acque interne (In-Land) ed in acque costiere (In-Shore) ambito portuale compreso. Sulla base della normativa internazionale, per In-Shore, si intende il tratto di mare entro le 12 miglia dalla costa.
 
https://atlantelavoro.inapp.org/dettaglio_profilo.php?id_profilo=13221&codice_repertorio=SR INAPP – Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche – (Atlante del lavoro e delle qualificazioni)
FREQUENZA

Tutte le esercitazioni pratiche avranno una durata media di 8 ore.

Le lezioni teoriche avranno una durata di 6 ore dalle ore 15.00 alle ore 21.00.

Sono consentite assenze non superiori al 20% (100 ore).

REQUISITI DI ACCESSO:

NOTA: NON è richiesto il possesso di nessun brevetto sportivo.

– Maggiore età o assolvimento del diritto-dovere all’istruzione e/o alla formazione professionale.

– Capacità natatoria di comune accezione.

– Idoneità psico-fisica alle attività subacquee professionali, certificata secondo quanto disposto dalla scheda sanitaria allegata al D.M. della Marina Mercantile del 13/01/1979.

– Per i cittadini stranieri, conoscenza della lingua italiana almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, restando obbligatorio lo svolgimento delle specifiche prove valutative in sede di selezione, ove il candidato già non disponga di attestazione di valore equivalente.

– I cittadini extracomunitari devono disporre di regolare permesso di soggiorno, valido per l’intera durata del percorso o di dimostrazione dell’attesa di rinnovo,documentata dall’avvenuta presentazione della domanda di rinnovo del titolo di soggiorno.

Poichè il corso viene svolto a numero chiuso, tutti gli interessati dovranno sostenere un colloquio attitudinale idoneo a valutare l’orientamento professionale e motivazionale del candidato.I colloqui attitudinali,previa prenotazione,saranno effettuati da remoto in modalità Skype.

Titolo di fine corso: 

Qualifica professionale di Operatore Tecnico Subacqueo In-shore rilasciata dalla Regione Lazio al superamento dell’esame ha valore, ai sensi dell’art.1 comma 3 lett.a del Decreto del Ministero del Lavoro, di concerto con il MIUR, del 30 giugno 2015, sull’intero territorio nazionale, a ogni effetto di legge. Costituisce,altresì,ad ogni effetto di legge titolo idoneo all’esercizio dell’attività subacquea professionale  fino alla profondità di 50 metri,sia in ambito portuale che Inshore,entro le 12 miglia (acque territoriali) nonchè in ambito UE ai sensi della Direttiva comunitaria 2005/36.

Il titolo, inoltre, è valido nei Pubblici Concorsi ed è riconosciuto dall’ HSE – Health and Safety Executive (UK) ai sensi della DIRETTIVA 2005/36/CE E DIRETTIVA 2013/55/UE relative al riconoscimento delle qualifiche professionali in ambito comunitario

LIVELLO Europeo della Qualificazione (European Qualification Framework):EQF 3

Grazie ad oltre 60 anni di esperienza formativa specifica e al costante raccordo scuola/lavoro abbiamo diplomato ben oltre 3000 allievi che hanno trovato,così come trovano,occupazione in Italia e all’estero sia nell’industria petrolifera che nella gestione di impianti per l’acquacoltura, nella ricerca scientifico/ambientale e nelle PMI.

Questo corso permette di avere una visione a 360° di una professione in continua evoluzione,non allontanandosi mai sia dagli standard occupazionali che dalla realtà subacquea dei nostri tempi.

Il programma didattico dimostra la concretezza del percorso formativo che mira alla “selezione qualitativa” del subacqueo professionista,attraverso la graduale acquisizione di specifiche esperienze sia di carattere psicologico, tecnico che strumentali.

Scegliere i nostri corsi significa affidarsi a conclamati esperti nella specifica formazione,poiché la Scuola Marco Polo:

  • è stata l’istitutrice della figura professionale dell’OTS (Operatore Tecnico Subacqueo) presso la Regione Lazio nel 1979 (DGR n° 4978/79) e di cui oggi fa parte dei profili formativi e delle professioni approvate con Deliberazione della Giunta regionale n.452/2012;
  •  tutti i nostri formatori provengono dal mondo del lavoro svolto sia in-shore che off-shore a livello internazionale;ciò consente un costante raccordo tra la formazione dell’allievo e il mondo del lavoro;
  • ha diplomato oltre 3.000 (tremila) unità lavorative tutte ottimamente impiegate nel mondo di lavoro subacqueo sia in-shore che off-shore;
  • la formazione dei nostri allievi avviene attraverso un più che consolidato know- how internazionale;
  • costantemente aggiornata con il mercato del lavoro e le aziende di settore che impiegano i nostri diplomati,riconoscendone l’elevata preparazione tecnica;
  • dispone di ben 4 impianti iperbarici per basso e alto fondale,per l’addestramento pratico dei propri allievi;
  • è dotata di una “Torretta” di addestramento pratico (aula subacquea) alta 6 metri e larga 4,che dispone di oblò a 360°, dove si acquisiscono tecniche operative e impiego strumentale specifico da potersi svolgere,con ovvia gradualità,anche a scarsa o scarsissima visibilità;
  • cura particolarmente la formazione psicologica con l’impiego di collaudati e sperimentati tests medici atti a sviluppare capacità collegate all’AUTOCONTROLLO,al COORDINAMENTO delle operazioni subacquee,all’IGIENE dell’immersione,alla PSICOIDONEITA’,al RENDIMENTO DI LAVORO,all’ADATTABILITA’,eccetera.

Programma didattico corso OPERATORE TECNICO SUBACQUEO IN-SHORE

Orientamento al ruolo – Elementi di diritto del lavoro, contrattualistica, regimi fiscali e responsabilità civile Inquadramento della professione Tecniche di immersione in “SCUBA” – Tabelle di decompressione e pianificazione decompressiva in mare ed in altitudine – Tecniche di immersione con mute “umide” e “stagne” – Tecniche di comunicazione subacquea Effettuare immersioni in “SCUBA” Tecniche di immersione in “SURFACE SUPPLIED” Effettuare immersioni in “SURFACE SUPPLIED” – Struttura e principi di funzionamento delle camere iperbariche a due compartimenti – Tecniche ed operatività di preparazione, uso routinario, controllo e manutenzione ordinaria di camere iperbariche a due compartimenti – Normative nazionali sulle camere iperbariche – Elementi di igiene – Dispositivi di sicurezza presenti in una camera iperbarica – Tecniche ed operatività della manutenzione ordinaria dei sistemi iperbarici – Interventi di prevenzione dei rischi iperbarici Svolgere operazioni di decompressione in superficie con camera iperbarica Procedure organizzative per la gestione di emergenze in ambito subacqueo inshore – Tecniche di primo soccorso in acqua – Tecniche di terapia da ricompressione Attivare procedure di emergenza e primo soccorso nelle operazioni subacquee ed iperbariche inshore  – Fisica subacquea: le proprietà dei liquidi e dei gas – Fisica subacquea: Il comportamento dei gas e dei corpi solidi – Fisica subacquea: Il comportamento della luce e del suono in immersione – Fisiologia in immersione: problemi fisiologici derivanti da gas e/o da variazioni di pressione ambiente – Fisiologia in immersione: problemi fisiologici derivanti da sollecitazioni termiche o da intossicazioni biologiche Principi di fisica, chimica dei gas, anatomia e fisiologia dell’apparato cardiorespiratorio, fisiologia subacquea – Prevenzione e analisi dei rischi derivanti da condizioni meteorologiche – Prevenzione e analisi dei rischi derivanti da animali marini pericolosi – Sicurezza del lavoro per le operazioni su strutture navali fisse e/o galleggianti – Sicurezza del lavoro su applicazioni subacquee con rischio elettrico e/o meccanico – Sicurezza del lavoro su applicazioni subacquee di cantiere mobili – Sopravvivenza in mare in caso di naufragio – Regolamenti di tutela dell’ambiente marino Prevenzione e sicurezza sul lavoro per lavorazioni in ambiente subacqueo – caratteristiche tecniche delle strutture navali – Tecniche di carpenteria, saldatura, edilizia, demolizione, perforazione subacquee – Tecniche di rilevamento subacqueo di metalli – Tecniche di imbracatura e sollevamento di oggetti sommersi – Tecniche di ricerca e recupero subacqueo – Tecniche di ispezione subacquea Effettuare lavorazioni in ambiente subacqueo in-shore – Attrezzature per l’immersione subacquea in shore – Sistemi, apparecchiature e apparati di rifornimento del gas respirabile – Metodi di analisi del gas respirabile* – Disposizioni per lo stoccaggio del gas respirabile – Sistemi, apparecchi e apparati iperbarici di assistenza all’immersione* – Dispositivi di immersione con L.A.R.S. (Launch And Recovery System) per Basket (Cestello per il trasporto di personale e materiali)* – Procedure di sicurezza per immersioni in-shore con L.A.R.S. e Basket* – Applicare tecniche per indossare e rimuovere le attrezzature per immersione, anche al fine dell’aiuto di terzi – Utilizzare DPI di III^ categoria ai sensi del D.Lgs 81/08 e smi per l’immersione subacquea Gestire le attrezzature subacquee in-shore  – Lingua inglese applicata alla terminologia tecnica del settore navale subacqueo iperbarico  Inglese tecnico.

Ambienti formativi (clicca sui links):